L'OPERAZIONE

Capaccio Paestum, sequestrata cava all’ombra dei Templi

I militari dell’Arma hanno scoperto a Spinazzo una vasta area dove di notte sarebbero stati effettuati scavi ed estratto tufo

CAPACCIO PAESTUM - Sigilli dei Carabinieri Forestali a quella che immediatamente è apparsa ai loro occhi come una vera e propria cava a cielo aperto presumibilmente realizzata senza alcuna autorizzazione in località Spinazzo a Capaccio Paestum e che ricade nell’area protetta del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

I militari dell’Arma sono intervenuti nella giornata di venerdì dopo alcune precise segnalazioni che indicavano l’effettuazione di scavi anche notturni in una superficie di circa duemila metri quadri e la presenza di camion su cui veniva caricato notevole materiale la cui natura resta da stabilire. Al vaglio degli inquirenti è pure l’estrazione di notevoli quantità di tufo che poi sarebbe stato trasportato altrove per essere venduto con cospicui guadagni considerato il prezzo di mercato per ogni blocco della roccia magmatica.

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI