SANITA'

Calvario ospedale di Sarno, Medicina a rischio

Reparti verso la chiusura e nuova turnazione, bufera sul “Martiri del Villa Malta”: «C’è bisogno di potenziare la struttura»

SARNO - Si aggrava la situazione all’ospedale di Sarno, a rischio ora è il reparto di Medicina. Il calvario continua nel polo ospedaliero della città di Sarno, che accoglie più di 45mila utenti l’anno solo in Pronto soccorso. Esasperati medici e pazienti. A rischio tutta la struttura in quanto a chiudere nei prossimi giorni sarà un’intera ala ospedaliera dimezzando così ancora i posti letto. Cambia la turnazione con una sola guardia nei turni di notte al Pronto soccorso e si valuta di far gestire alla Guardia medica i codici bianchi e verdi. Un’idea del primo cittadino Giuseppe Canfora , così come la proposta di aprire un nuovo reparto, l’unità riabilitativa per Cardiologia, per far rientrare in struttura il personale trasferito al Covid center di Scafati. I ricoveri in Ortopedia sono bloccati almeno fino al 31 maggio, aspettando altri medici.

Il dirigente medico cardiologo e delegato Cisl, Alfredo Mazza , afferma: «È un ospedale nuovo e sottosviluppato, ed è uno spreco di denaro pubblico su cui dovrebbe indagare la magistratura contabile. Com’è possibile che una struttura nuova ed in una posizione strategica venga gestita in questo modo?». Ormai le rassicurazioni sulla situazione della sanità nell’Agro sembrano non bastare più. Il direttore sanitario dell’Asl Salerno, Ferdinando Primiano , nei giorni scorsi ha ricordato: «Sono stati fatti dei bandi di concorso per le posizioni nell’ospedale di Sarno, per potenziare la struttura con molto personale e riempirla di contenuto, in vista anche delle molte attività di Pronto soccorso richieste ufficialmente e formalmente delle Asl confinanti, ma facendo questo bisogna avere capacità di personale oltre gli standard che cerchiamo di mantenere. Il personale deve essere la nostra priorità per far sì che le strutture fisiche esprimano le nostre potenzialità».

Sulla carenza di personale ha affondato il colpo anche la parlamentare Virginia Villani : «Ho interloquito con i responsabili della Regione Campania e dell’Asl Salerno, per chiedere chiarimenti sull’utilizzo dei medici specializzandi e sull'espletamento del concorso per medici che andrebbe a rinforzare l’organico dei reparti del presidio sarnese. Ad oggi la situazione è molto critica ».

Raffaele Landino