Borsa Lavoro, ecco la terza edizione 

Grandi numeri per l’evento: 16 enti di formazione e l’hackathon con 70 giovani

E’ solo alla terza edizione ma già s’è ritagliato un importante spazio nel microcosmo dell’offerta e della domanda lavorativa. Già, perché la Borsa Mediterranea della Formazione e del Lavoro, nonostante la pandemia, in questi anni s’è guadagnata la fiducia di tutti: politica, imprenditori e studenti. L’evento, promosso dal Centro Studi Super Sud in collaborazione con il Gruppo Stratego, infatti, si rivolge a laureandi, diplomandi, inoccupati e lavoratori in cerca di formazione specializzata. La manifestazione si svolgerà il prossimo 4 e 5 maggio, presso la Stazione Marittima di Salerno, il 6 maggio nella sede del Partner Hackathon Banca Campania Centro (Sala “Silvio Petrone” - Battipaglia, piazza de Curtis) e mette in palio, tra l’altro, 2 borse di studio del valore di 5 mila euro, messe a disposizione da Rsm spa.
A presentare l’appuntamento sono stati ieri mattina il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, l’assessore regionale alla Formazione Professionale Armida Filippelli, Giovanni D’Avenia, presidente onorario e fondatore del Centro Studi Super Sud, Maria Teresa Cammarano, presidente del Centro Studi Super Sud, Antonio Vitolo, ceo del Gruppo Stratego, Matteo D’Angelo, vice presidente di Banca Campania Centro.
«Il Comune di Salerno - ha evidenziato il sindaco - è al fianco delle iniziative che promuovono il networking e opportunità di formazione e lavoro come la Borsa Mediterranea della Formazione e del Lavoro». E che questo format abbia centrato appieno l’obiettivo l’ha rimarcato Filippelli: «La Borsa Mediterranea della Formazione e del Lavoro è un evento necessario, che mi auguro possa essere replicato in tutte le province della Campania». Il ritorno in “presenza” è un’altra lieta novità di quest’anno con «tante opportunità per i giovani del territorio» ha spiegato D’Avenia. Lo scopo, come ha sottolineato Cammarano è quello di «Creare opportunità per i giovani del territorio». Dal punto di vista organizzativo «la Borsa - ha precisato Vitolo - sarà all’insegna dei grandi numeri, a partire dai 16 enti di formazione e apl presenti, le Fondazioni, i numerosi patrocini e partnership. Senza dimenticare l’hackathon con circa 70 giovani che avranno l’opportunità di cimentarsi con sfide aziendali».
Gaetano De Stefano
©RIPRODUZIONE RISERVATA