turismo

Boom di presenze, rischio ingorgo nel fine settimana

Tutto esaurito in molti alberghi e bed and breakfast. Lunedì arriverà Renzi, tra martedì e mercoledì i crocieristi

SALERNO. Salerno pronta a scoppiare: dopo l’imprevista prova generale di domenica, quando decine di automobilisti sono rimasti paralizzati nel traffico del rientro dal week end o da gite fuori porta, da venerdì a lunedì, il fine settimana lungo del 25 aprile, potrebbe essere contrassegnato da un’ennesima congestione dovuta all’overdose di visitatori che si preparano ad arrivare in città.

Su 232 strutture ricettive presenti sul sito Booking.com, a ieri, c’era disponibilità in solo 14 tra alberghi e b&b. Non solo: in ognuno di questi, si legge on line, è restata una sola camera doppia o matrimoniale per il periodo 23-25 aprile. Plaza e Lloy’s Baia hotel sono già esauriti: «Praticamente siamo al completo – conferma Maria Marinelli, patròn dell’albergo alle porte di Vietri sul Mare – Abbiamo ricevuto e continuiamo a ricevere tante richieste, in particolare da persone provenienti dal Nord Italia. E tante ne abbiamo anche per il primo maggio e gli altri week end primaverili». Idem all’hotel Mediterranea di via Allende: «Tra venerdì e sabato avremo molti ospiti stranieri, in particolare tedeschi e spagnoli. È andata veramente molto bene, forse perfino meglio di quanto ci aspettavamo».

Sulla stessa lunghezza d’onda pure gli addetti all’accoglienza del Novotel di via Generale Clark: «Per questo fine settimana abbiamo registrato un dato in controtendenza: sono tantissime le coppie, ma anche i gruppi, che hanno prenotato con largo anticipo. In genere siamo abituati alla formula del last minute, questa volta, indipendentemente dal meteo, abbiamo avuto molti contatti per riservare le notti di sabato e domenica, da ogni parte d’Italia, dalla Lombardia all’Emilia Romagna e già da diverse settimane».

Chi infatti ha scelto Salerno per il ponte del 25 aprile, resterà in media due notti (sabato e domenica), spendendo somme che vanno da 131 euro per un doppio pernottamento in una matrimoniale con colazione compresa (Barone b&b e Sichelgaiata b&b) ai 1.200 euro necessari per assicurarsi un letto in mezzo al mare nel Mini hotel on board, una imbarcazione di lusso ormeggiata al porto che offre servizi di alta hotellerie. Non possono lamentarsi i numerosi bed and breakfast del centro storico, come conferma Adriano De Falco, leader del gruppo Aseas accomodation Salerno, un circuito che raccoglie una trentina di operatori del settore: «Continuano ad arrivare richieste di prenotazione e abbiamo un discreto numero di conferme per maggio, un mese in cui generalmente i turisti stranieri preferiscono viaggiare – spiega – Per questo fine settimana, invece, la maggior parte dei contatti l’abbiamo avuta con italiani, soprattutto romani e pugliesi, intenzionati a fare base a Salerno per godersi un’anteprima d’estate e magari fare un salto in costiera amalfitana».

Se in molti hotel cittadini è diventato difficile riuscire a trovare posto, nelle strutture extralberghiere ci sono ancora buone occasioni da cogliere al volo: «Ormai siamo cresciuti e ci siamo moltiplicati – sottolinea De Falco – Abbiamo superato la soglia delle 150 attività, quindi è inevitabile che l’ampliarsi dell’offerta, nonostante la continua crescita della domanda, non regali a ognuno di noi il tutto esaurito. In ogni caso non possiamo assolutamente lamentarci: il consolidarsi dei flussi di visitatori in diversi momenti dell’anno conferma che Salerno è diventata a tutti gli effetti una meta turistica e di questo dobbiamo essere orgogliosi».

Il boom, stando alle previsioni dell’Ente provinciale per il turismo guidato da Angela Pace, si avrà tra domenica e lunedì, giornata resa ancora più “calda” dalla presenza a Salerno del premier Matteo Renzi, invitato – insieme con centinaia di operatori accreditati provenienti da tutta Italia e dall’estero – a inaugurare la stazione marittima di Zaha Hadid. Un evento che richiamerà la curiosità di migliaia di salernitani e di residenti della provincia, che si riverseranno nel centro cittadino: non sarà dunque una giornata semplice sotto il profilo della circolazione veicolare. Ma non finisce qui: il pienone continuerà martedì 26 e mercoledì 27, grazie all’arrivo al porto commerciale di due colossi del mare, che stazioneranno dalle 6 del mattino alle 18.30. Si parte con la celebrity Constellation della Celebrity Cruises per poi fare posto ai passeggeri della Mein Schiff1 della Tui Cruises.

I presupposti per l’ingorgo assicurato ci sono tutti, complice anche l’assenza di una adeguata rete di monitoraggio e controllo del territorio, dovuta ai numeri sempre più risicati che caratterizzano il corpo della polizia municipale. «Facendo qualche calcolo, nella giornata del 25 aprile dovrebbero esserci meno di una trentina di uomini in strada – stigmatizza Enzo Acconciagioco della Cgil – Purtroppo sono anni che ribadiamo la necessità di potenziare un organico ormai ridotto all’osso. Siamo rimasti in 85, su turni, a lavorare fuori dagli uffici e speravamo che l’amministrazione comunale si affrettasse e rifare il bando per assumere gli stagionali, dopo che la graduatoria è ormai scaduta. Ma a tutt’oggi non abbiamo avuto alcuna notizia». Gli stagionali dovrebbero essere una trentina, un numero in ogni caso insufficiente a coprire le lacune che si registrano in determinate fasce orarie e in alcuni giorni della settimana, a partire proprio dal week end.