Benincasa, fece amare l’arte all’Italia 

Il critico d’arte, teologo e filosofo viveva a Roma dove oggi si terrà il funerale

È morto ieri a Roma Carmine Benincasa, 73 anni, critico d’arte, filosofo e telogo, autore di importanti opere letterarie. La notizia è giunta in città nel pomeriggio. Molti gli attestati di cordoglio espressi a livello nazionale. La cerimonia funebre si terrà oggi a Roma dove il professore viveva da decenni. Carmine Benincasa ha studiato teologia, filosofia e giurisprudenza nella Capitale. Dopo aver completato gli studi universitari ha iniziato a lavorare come traduttore di testi letterari per poi organizzare e curare mostre d'arte. Dal 1978 al 1982 Benincasa è stato membro della Commissione Consultiva Arti Visive della Biennale di Venezia, poi è diventato consigliere del Ministro per i Beni Culturali e Ambientali. Benincasa è stato professore di storia dell'arte presso l'Accademia di Belle Arti di Macerata e di Firenze e professore di storia dell'arte presso la facoltà di Architettura dell'università La Sapienza di Roma dal 1977 al 1994. Ha scritto testi storico-critici su vari artisti del XX secolo, oltre che pubblicare un testo sull’architettura e la dis-identità nelle catastrofi. «Era un figlio illustre, un ebolitano che ha contribuito a scrivere importanti pagine della storia culturale ed umana della nostra Città - afferma il sindaco Massimo Cariello- Il professore Carmine Benincasa ha dedicato la sua vita professionale ad organizzare e curare importantissime mostre d'arte in giro per il mondo e onorando la sua amata Eboli che oggi lo ricorda con infinita stima per il lustro che gli ha donato e attestando la vicinanza alla famiglia». Benincasa fu ospite ad Eboli in occasione di una mostra su Caravaggio e a d invitarlo fu il suo amico d’infanzia Mariano Pastore che lo volle per una straordinaria lezione su Caravaggio. Benincasa ha scritto di artisti come Joan Mirò, Oskar Kokoschka, Georges Braque, Jackson Pollock. Studioso, insegnante e critico d’arte, negli ultimi anni gli interventi di Benincasa erano stati molto apprezzati anche sui social network e sul web. Dibattiti, recensioni, giudizi di grande spessore artistico caratterizzavano sia i suoi scritti che i suoi interventi pubblici.
©RIPRODUZIONE RISERVATA