IL FATTO

Battipaglia, spacciava in via Rosa Jemma: pusher in manette

Sorpreso mentre cedeva hashish ad un giovane

BATTIPAGLIA - Nella giornata di ieri, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Investigativa del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia, hanno effettuato un mirato servizio di osservazione nel rione Taverna delle Rose, finalizzato alla repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti. Da precedenti informazioni assunte, gli agenti hanno verificato nella zona la presenza di un giovane, M.V. battipagliese di anni 18, sospettato di cedere dosi di hashish a vari acquirenti locali. Nel corso del servizio, gli operatori hano notato il ragazzo mentre transitava su via Rosa Jemma, in compagnia di un 19enne, anch’egli di Battipaglia.

Gli agenti hanno bloccato i due e li hanno sottoposti a controllo, accertando che M.V. era in possesso di hashish, circa 53 grammi, già suddiviso in dosi avvolte in cellophane, mentre l’altro ragazzo, che aveva tentato di disfarsi della droga gettandola in terra, aveva in sua disponibilità una modica quantità dello stesso stupefacente. La successiva perquisizione effettuata presso l’abitazione di M.V. ha consentito di rinvenire un bilancino ben occultato nella propria camera da letto. Il giovane è stato quindi tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo dinanzi al Tribunale di Salerno.