IL FATTO

Battipaglia, i ladri assaltano il bar della chiesa di San Gregorio

Il volantino dei fedeli: «Ladruncoli come topi». Il parroco don Olivieri: «Hanno violato un bene collettivo»

Cosa può portare una persona a commettere un furto? La fame? La noia? Ciò che sorprende è che possa accadere anche in luoghi sacri come le Chiese. È successo infatti un episodio spiacevole per i membri della parrocchia San Gregorio VII e per i fedeli che la frequentano, avvenuto all’una della notte tra venerdì e sabato. Dei ladri si sono introdotti nel bar della Chiesa, storico punto di riferimento di tutta Battipaglia situato presso il Rione Sant’Anna, sottraendo le chiavi e scassinando un cassetto, ma senza trovare nulla di prezioso da portare via. Appena presa visione dell’accaduto, è stato affisso nella bacheca un messaggio di rammarico, con una lista pregna di sarcasmo in cui si esplicano i motivi per ringraziare i ladri per il “nobile gesto” compiuto. Il messaggio recita: “Grazie per il nobile gesto: per aver rubato le chiavi del bar, per esservi introdotti da ladri nell’Oratorio, per aver scassinato il cassetto del banco bar, per esservi dileguati, delusi, come topi ladruncoli che strisciano sotto i muri per non essere visti”.