GLI SPARI

Baronissi, gambizzato in strada dopo la lite: s’indaga

Spari contro un 44enne già noto alle forze dell’ordine: la vittima conosce il suo aggressore che adesso ha le ore contate

Spari e far west tra le strade di periferia a Baronissi: una discussione tra due persone finisce a colpi di rivoltella e uno dei contendenti viene ricoverato in ospedale, non in pericolo di vita, ma con una pallottola in un piede. L’aggressore è adesso nel mirino dei carabinieri di Mercato San Severino, che si sono messi sulle sue tracce e stanno cercando di far luce su dinamica e motivazioni.
Tutto è successo nel giro di pochi minuti nel pomeriggio di sabato, prima delle 18. Teatro di quella che ha tutta l’aria di una resa dei conti, la frazione collinare di Caprecano, dove i due si sono incontrati. A recitare il ruolo di vittima è stato un 44enne, già noto alle forze dell’ordine e sottoposto a sorveglianza speciale. Quest’ultimo si trovava in macchina quando sarebbe avvenuto l’incontro con l’altra persona, che si è avvicinata alla vettura, dando inizio a una conversazione ben presto degenerata. Mentre parlavano, infatti, il clima si è surriscaldato e i toni sono divenuti sempre più duri, quasi a lasciar presagire cosa sarebbe accaduto di lì a una manciata di secondi. Ad un tratto, lo sconosciuto accanto al veicolo ha tirato fuori una pistola, agitandola con fare minaccioso all’indirizzo del 44enne, dopodiché dalle intimidazioni è passato alle vie di fatto: ha mirato all’interno dell’abitacolo, esplodendo ben tre colpi verso le gambe del malcapitato. Uno dei proiettili ha raggiunto un piede della vittima, in particolare il tallone, mentre gli altri due fortunatamente non sono andati a segno. L’uomo, a quel punto, si è allontanato per evitare guai, mentre il 44enne di Baronissi nella macchina, sanguinante e in preda al dolore, veniva soccorso dai suoi familiari.