ECONOMIA 

Banca Monte Pruno arriva in città 

L’istituto di credito cooperativo aprirà una nuova filiale metelliana

Tra pochissimi mesi la Banca Monte Pruno aprirà una Filiale a Cava de’ Tirreni. Al territorio di competenza, con quest’operazione, s’aggiungeranno i comuni di Maiori, Tramonti e Nocera Superiore: il mercato complessivo della banca, ora, supera i 630mila abitanti. E s’entra pure in Costiera Amalfitana.
Un percorso di crescita che parte da lontano e che conferma la volontà dell’istituto di credito cooperativo di potenziare la presenza nell’area di Salerno e della Valle dell’Irno. L’area della Banca Monte Pruno tra Salerno e la Valle dell’Irno si sviluppa a nord della Provincia di Salerno e comprende altre sei Filiali, oltre all’ultima, quella di Cava de’ Tirreni: insieme raggiungono circa 500 milioni tra depositi e finanziamenti, con importanti tassi di crescita che, soltanto nella prima metà dell’anno, hanno registrato un aumento dell’8 per cento della raccolta totale, di cui un +15% derivante dalla raccolta indiretta gestita, e una crescita netta del 5% per i finanziamenti.
«La notizia del via libera - commentano i vertici della Banca Monte Pruno - per questa nuova filiale arriva proprio a conclusione di un periodo di grande cambiamento e consolidamento che ha interessato la nostra banca. Stiamo modernizzando, anche grazie all’ausilio di Cassa Centrale Banca, il nostro modo di operare attraverso una ricerca della qualità, della professionalità e della soddisfazione del cliente. La Banca continua a crescere nella rete territoriale e nei numeri con valori in aumento e dati semestrali molto soddisfacenti che proiettano la Banca, nelle stime di fine anno, su valori eccellenti, risultato del grande lavoro dell’intera struttura. Cava de’ Tirreni è un altro piccolo sogno che realizziamo, sarà una sfida ambiziosa e speriamo che il nostro modello possa dare i suoi frutti anche in una piazza così importante».
Erminio Cioffi
©RIPRODUZIONE RISERVATA