TRASPORTI

Amalfi, bus affollati e studenti ammassati

Protesta per i trasporti in Costiera: «Non c’è garanzia di sicurezza»

AMALFI - Quasi tutti gli studenti della Costiera Amalfitana oggi torneranno tra i banchi di scuola. Nelle scorse ore gli alunni e i genitori hanno sollevato la problematica dei trasporti. In particolare per quanto concerne gli istituti di istruzione superiore. Ad Amalfi, ad esempio, ogni giorno sopraggiungono centinaia studenti provenienti da tutta la Divina. Giovedì gli alunni dell'istituto Marini-Gioia di Amalfi sono stati costretti a viaggiare ammassati sui pullman di linea e tale situazione peggiorerà con la riapertura degli altri plessi scolastici, visto che le corse aggiuntive che hanno sostenuto il trasporto pubblico nel corso della pandemia sono state tagliate. Gli studenti hanno lanciato una petizione online per chiedere che venga assicurata una maggiore condizione di sicurezza.

«I mezzi di trasporto in Costiera hanno recato problemi: le corse scolastiche mai potenziate del tutto, i pullman sovraffollati, gli studenti che spesso non riescono a prendere il bus e devono aspettare quello successivo - scrivono gli studenti - A tutte queste problematiche, già disagiose di per sé, il Covid non ha fatto altro che peggiorare la situazione ». Dal mese di settembre scorso, la ditta locale dei trasporti pubblici aveva firmato un contratto con una società di pullman privati, aggiungendo delle corse a quelle esistenti. Quest'ultimo non è stato rinnovato per l'anno corrente. «Non si rispettano per niente le distanze di sicurezza e data la situazione epidemiologica sul territorio campano, ma in modo particolare su quello Costiero, riteniamo che sia doveroso, da parte di tutti gli enti locali, una collaborazione efficace per la sicurezza dei cittadini».

Salvatore Serio