IL CASO

Altro che Covid: una festa brasiliana all’Asl di Salerno

Bufera sul Centro di salute mentale di Cava dove si è svolto il party di fine estate con ballerine carioca e senza mascherine

 

SALERNO - Festa di fine estate al centro di salute mentale a Cava de’ Tirreni con tanto di ballerine brasiliane, nessuno con la mascherina e con le distanze tra persone non rispettate. È polemica per quanto è accaduto negli scorsi giorni nel corso di “Ciao Ciao estate”, l’incontro con festeggiamenti per l’addio alla bella stagione organizzato dall’Unità operativa di salute mentale numero 4 dell’Asl Salerno tenuto nella struttura di Pregiato dell’Azienda sanitaria salernitana. Seppur all’aperto, le foto diffuse sui social ritraggono abbracci, persone senza mascherina e, soprattutto, la presenza di due ballerine sudamericane eufemisticamente vestite in maniera succinta, che si sono esibite in uno spazio esterno della struttura residenziale di Cava de’ Tirreni.

Un modo per festeggiare in allegria, con balli di artiste le cui movenze certamente non sarebbero passate inosservate attirando l’attenzione di pazienti, sanitari ed altre persone che sarebbero state presenti alla singolare festicciola sullo stile del “Carnevale di Rio”. Indubbiamente interessante l’esibizione delle due ballerine. Da comprendere, però, almeno per i profani, l’utilità sanitaria e riabilitativa della performance per i pazienti della struttura pubblica. Le foto pubblicate sui social hanno destato clamore e perplessità sopratutto perché in tempi di Covid ci sono restrizioni per feste sia pubbliche e sia private.

Salvatore De Napoli

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI