Accoltellamento alla stazione, individuati i responsabili

Individuati i responsabili dell’accoltellamento del posteggiatore abusivo avvenuto domenica pomeriggio. Si tratta di due salernitani G.R., di 35 anni e S.S., di 49 anni che sono stati individuati dai...

Individuati i responsabili dell’accoltellamento del posteggiatore abusivo avvenuto domenica pomeriggio. Si tratta di due salernitani G.R., di 35 anni e S.S., di 49 anni che sono stati individuati dai carabinieri della stazione di Salerno e della Radiomobile. I due sono stati denunciati per il reato di lesioni personali aggravate.

La vittima è un bulgaro, D.I., di 33 anni: l’accoltellamento sarebbe avvenuto in seguito a un diverbio nato per futili motivi. I due salernitani hanno procurato lesioni al bulgaro utilizzando un taglierino, con il quale lo hanno colpito a un gluteo procurandogli una ferita di circa 1 cm, non profonda, guaribile in 10 giorni.

L’accoltellamento è avvenuto dinanzi alla stazione ferroviaria.

L’episodio potrebbe essere legato ai litigi tra stranieri per l’accaparramento degli automobilisti, litigi che in piazza Vittorio Veneto avvengono di frequente e che non di rado sono alimentati dall’abuso di alcolici. Il 33enne ferito è stato soccorso da un’ambulanza inviata dal

118 e portato in ospedale. In seguito all’episodio, l’associazione Tradizione Futuro chiede più sicurezza. L'accoltellamento del parcheggiatore abusivo è l'ennesimo episodio che, secondo l'associazione Tradizione Futuro, conferma «la necessità di intervenire duramente in una zona ormai ostaggio di delinquenti».

«Per questo, anticipiamo, che la sera del prossimo 10 luglio organizzeremo una ronda civica notturna: non per provocare, se non le istituzioni ad una maggiore attenzione ai problemi di sicurezza del centro cittadino, ma per denunciare e segnalare ogni situazione di disagio e insicurezza» scrive Antonio Mola, responsabile dell'associazione.