A Capaccio in coda alle Poste senza cuore Anziano aggredito verbalmente per il turno

Il decesso di tanti anziani a causa del Covid-19 e l’emergenza per l’epidemia in corso non sembrano essere stati d’insegnamento a quanti continuano a restare insensibili a fronte di qualsiasi disagio....

Il decesso di tanti anziani a causa del Covid-19 e l’emergenza per l’epidemia in corso non sembrano essere stati d’insegnamento a quanti continuano a restare insensibili a fronte di qualsiasi disagio. Riprova, purtroppo, il comportamento tenuto ieri mattina presso l’ufficio postale a Capaccio Scalo da un uomo che si è scagliato verbalmente contro un anziano, tra l’altro zoppicante, che si era “rifugiato” all’interno della struttura per sedersi dopo un’attesa di oltre un’ora all’esterno dove infuriava un fastidioso vento ed il sole batteva comunque forte. Ma il peggio ancora doveva venire, purtroppo. Trascorso circa un altro quarto d’ora l’anziano, dopo che una signora aveva terminato le operazioni, si è avvicinato allo sportello pur non essendo giunto il suo turno. Dall’esterno, dove per le norme anti contagio da Coronavirus attendono le persone l’una a debita distanza dall’altro, il suddetto uomo ha ripreso a gridare fino a raggiungere l’anziano all’interno chiedendogli di uscire. Solo il buon cuore di una donna, che ha ceduto all’anziano il proprio turno, ha evitato il peggio e ridato fiducia ad una persona che in tantri anni di vita pure ne ha viste tante. (alf.boc.)