56 ex consiglieri e tecnici indagati per Multiservice

Pagani: chiesta la restituzione di quattro milioni per i debiti fuori bilancio I magistrati della Corte dei Conti ritengono illegittima la procedura seguita

PAGANI. La società Multiservice, partecipata del Comune di Pagani, è di nuovo al centro dei controlli della Corte dei Conti. Cinquantasei persone tra ex amministratori, collegio dei revisori dei conti e membri del Cda della società tutti in carica dal 2007 al 2011 dovranno restituire 4 milioni di euro.

Il tutto relativo a 4 milioni di euro di debiti fuori bilancio approvati dal cda della partecipata e ratificati in consiglio comunali dai fedelissimi dell’ex sindaco Alberico Gambino. In questi giorni sono state inviate dai magistrati contabili le notifiche ai 56 indagati che sono stati invitati a chiarire le proprie posizioni in merito a questa vicenda.

Non è la prima volta che la Corte dei Conti chiede chiarimenti agli ex amministratori di Palazzo S. Carlo. Già lo scorso mese di giugno furono chieste spiegazioni in merito alla commissione fitti.

La magistratura contabile aveva chiesto spiegazioni a tutti gli esponenti delle giunte comunali che si sono susseguite in città dal 2002 al 2011.Sotto osservazione l’istituzione della commissione per i fitti che per un periodo di dieci anni ha gestito i fondi messi a disposizione dalla Regione Campania.

La cifra che dovrà essere restituita si aggira intorno ai 46mila euro che la commissione avrebbe percepito in maniera impropria. Intanto in questi mesi sono spuntate tre precise segnalazioni inviate alla Corte dei Conti: la prima del 21 dicembre 2011, la seconda del 21 febbraio 2012 e la terza del 24 febbraio 2012.

Tutte e tre le segnalazioni sono state indirizzate al Procuratore Regionale della Corte dei Conti, alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, alla tenenza dei Carabinieri di Pagani ed all’ex Commissario del Comune Maurizio Bruschi.Sempre la Corte dei Conti ha richiesto all’ex assessore e dirigente dell’ufficio finanze, Francesco Toscano e all’avvocato dell’Ente Giuseppe Serritiello la restituzione di alcuni soldi legati al pagamento di una consulenza esterna relativa al Pagani Center.

Sotto osservazione della Corte dei Conti anche la concessione negli ultimi anni di numerosi incarichi attribuiti con troppa facilità dall’ex amministrazione comunale sciolta per infiltrazione malavitosa. A questo adesso si aggiungono i 4 milioni di euro relativi ai debiti fuori bilancio della società Multiservice che cinquantasei ex amministratori pubblici di centro destra dovranno ridare alla Corte dei Conti.

Una situazione difficile come sempre legata alla Multiservice, il vero pozzo nero del Comune di Pagani sotto tutti i punti di vista. Ora un’altra tegola.

Gerardo Vicidomini

©RIPRODUZIONE RISERVATA