Skip to content

Eboli, truffa sulla casa: due nei guai

di Francesco Faenza
Coinvolto anche l'ex assistente di un politico
Eboli, truffa sulla casa: due nei guai

Truffa immobiliare ad Eboli ai danni di una donna rumena. Denunciati due ebolitani. Il primo è un ex portaborse di un politico ebolitano non rieletto in Consiglio comunale, ex portaborse già destinatario di altre denunce per truffa e per reati di natura elettorale. Il secondo denunciato è una new entry (pare) per le forze dell’ordine della Piana del Sele. La donna rumena che ha pagato 372 euro per un contratto preliminare, finalizzato all’affitto di una casa, è difesa dall’avvocato Enrico Tortolani.

La truffa nasce dallo stato di bisogno in cui si ritrova la donna rumena. Sfrattata di casa dal tribunale di Salerno, nel novembre del 2023, la signora straniera inizia la ricerca disperata di un’altra abitazione. Chiedendo ad alcuni conoscenti, finisce per imbattersi in due fantomatici immobiliaristi: l’ex portaborse del politico e il suo socio in affari. “Signora lei cerca un appartamento? Ma ce l’abbiamo noi, italiani brava gente. In pieno centro, un immobile assolato, ospitale, con tutti i comfort”. La donna viene abbindolata, causa il suo stato di ansia di ritrovarsi a dormire alla stazione ferroviaria di Eboli: si fida dei due ebolitani. Va all’incontro. E paga l’acconto di 372euro. “Signora, questo è il contratto preliminare. Domani le faremo vedere la casa”. La donna la casa non l’ha mai vista. I soldi non li ha mai recuperati.

Leggi anche