Skip to content

Cava de’ Tirreni, minaccia la compagna col fucile

di Annalaura Ferrara
Un autentico arsenale provento di furto in casa: arresti e sigilli
Cava de’ Tirreni, minaccia la compagna col fucile

Possedeva un arsenale in casa e, sentendosi forte per il potenziale esplosivo, minacciava di morte la compagna. È accaduto a Cava de’ Tirreni. I soprusi, gli abusi, le minacce e i maltrattamenti, diventavano sempre più frequenti. Si era tramutato praticamente in un incubo, per la donna, la convivenza con il compagno che, con il passar del tempo era diventato sempre più ossessivo e violento nei confronti della donna.

Diventavano interminabili e pregne di paura le ore passate in casa con l’uomo, che è anche privo di un occupazione. La compagna ha resistito alle intimidazioni e spesso anche alle lesioni, finché ha potuto. Ed è così che nei giorni scorsi, schiacciata dal timore che potesse succedere qualcosa di irreparabile, ha sporto denuncia presso il Commissariato di Pubblica sicurezza di Cava de’Tirreni. Le successive investigative e la perquisizione domiciliare hanno portato al sequestro di armi e munizioni. Talune cose provento di furto. Rinvenuti nell’abitazione dell’uomo, un fucile calibro 12, con canna recisa, pronto all’uso, dodici cartucce calibro 7, 65, tre cartucce calibro 12 ed una scacciacani. L’uomo è stato tratto in arresto e tradotto al regime dei domiciliari per il reato di detenzione di armi abusive, minacce e lesioni aggravate, nei confronti della compagna. Il materiale illegalmente detenuto, è stato sottoposto a sequestro.

L’operazione è frutto dell’attenzione massima che la Procura della Repubblica di Nocera Inferiore e la polizia di Stato di Cava pongono ai fenomeni inerenti la cosiddetta violenza di genere. È di un mese fa la denuncia ad altro uomo che praticava violenza nei confronti della sua compagna. Per lui allontanamento e braccialetto elettronico.

Leggi anche