Skip to content

Cava de’ Tirreni, cinghiali e mucche: i danni crescono

di Annalaura Ferrara
Gli agricoltori trovano distrutte piante di ulivi, frutteti e campi di patate. Divelte le recinzioni
Cava de’ Tirreni, cinghiali e mucche: i danni crescono

Cinghiali e mucche selvagge a distruzione delle colture a Cava de’ Tirreni. Contadini esasperati. Mentre sembrava rientrato il fenomeno mucche selvagge proprio ieri mattina, a Pregiato, nelle terre al di sotto del vecchio frantoio, sono state avvistate delle mucche con al seguito dei vitellini. Per la loro presenza atavica, tra San Giuseppe al Pennino, Sant’Anna, Maddalena, San Pietro e Annunziata, molti agricoltori si sono recintati i rispettivi terreni. Si limitano i danni, anche se la recinzione non riesce a tutelare, totalmente, piante di ulivi, di frutti e uliveti.

Leggi anche