Skip to content

Angri, Luca chiede aiuto: il Comune “tace”

di Alfonso Romano
L'uomo ha chiesto l’installazione di una rampa per uscire di casa. «Mi sono dovuto adoperare io per costruire una soluzione di fortuna»
Angri, Luca chiede aiuto: il Comune “tace”

La città è lontana dalle persone in difficoltà. La storia di Luca Antonisio è un grave campanello d’allarme. L’uomo è costretto su una sedia a rotelle da diverso tempo e ha richiesto al comune angrese l’attivazione di una serie di aiuti che possano garantire una migliore vivibilità. Ma le soluzioni necessarie non arrivano, i servizi sociali annaspano. Luca negli scorsi anni è stato colpito da un virus che lo ha obbligato a cambiare la la propria vita. Su una sedia a rotelle si è ritrovato in un contesto urbano pieno di barriere architettoniche. Le risposte delle istituzioni degli ultimi mesi lo avrebbero abbandonato al suo stato di dolore.

Luca vive in via Satriano, nei pressi della zona industriale. Antonisio ha chiesto l’installazione di una rampa per uscire di casa. «Mi sono dovuto adoperare io per costruire una soluzione di fortuna, ma parliamo di una rampa ripida, che mi fa uscire a tutta velocità su una strada trafficata e che non mi permette di rientrare a casa senza l’aiuto di qualche amico o passante. Mi è stato addirittura detto che avrei dovuto parlare con la Provincia di Salerno per provvedere all’installazione di una rampa».

Leggi anche