Skip to content

Poste Italiane, a Cerrelli arriva Polis

I cittadini di Altavilla Silentina da oggi possono richiedere servizi anagrafici, Inps e Atti di Volontaria Giurisdizione
Poste Italiane, a Cerrelli arriva Polis

Nell’ufficio postale di Cerrelli è arrivato Polis, il progetto ideato da Poste Italiane per rendere gli uffici postali dei comuni con meno di 15mila abitanti la Casa dei servizi digitali. Gli interventi di ristrutturazione effettuati presso la sede di piazza Don Giustino Russolillo a Cerrelli, frazione di Altavilla Silentina, infatti, hanno consentito il rinnovo dell’intera pavimentazione e dell’impianto d’illuminazione, la tinteggiatura di tutti gli ambienti, la fornitura di nuovi arredi, l’installazione di nuove postazioni ergonomiche e di una postazione ribassata per i clienti con difficoltà di deambulazione, l’installazione di un ATM di nuovissima generazione in funzione h24, l’attivazione del sistema di gestione delle attese con l’opportunità di prenotare il proprio turno on line.

Il restyling

«Sono davvero contento del bel lavoro di restyling effettuato nel nostro ufficio – dice Giancarlo Di Filippo, direttore dell’ufficio postale di Cerrelli – Io e i miei collaboratori, siamo stati entusiasti dei lavori di ammodernamento tecnologici ed infrastrutturali che hanno coinvolto il nostro luogo di lavoro e dell’ampliamento della gamma di servizi da poter offrire ai clienti. Per i cittadini di Cerrelli – continua orgoglioso Di Filippo – l’ufficio postale è un punto di riferimento, un luogo in cui si sentono accolti ed ascoltati e ora che possiamo rendere loro la vita ancora più semplice fornendogli i servizi Inps, dell’anagrafe e a breve anche il passaporto, il nostro rapporto di fiducia diventa ancora più solido: non sono più solo clienti ma concittadini».

Le novità

«Nell’ufficio postale di Cerrelli – spiega il direttore – sono già disponibili i servizi dell’Anpr e i servizi INPS, da subito molto richiesti e, quando a breve saremo abilitati a fornire il servizio passaporti, sarà festa grande. I nostri clienti infatti, – precisa Giancarlo Di Filippo – oggi sono costretti a raggiungere le questure di Salerno o di Battipaglia a 50 e 20 km di distanza e sempre e solo dopo aver fissato un appuntamento che spesso viene fissato dopo mesi dalla richiesta. Oggi quindi, grazie al progetto Polis, – conclude soddisfatto il responsabile dell’ufficio – forniamo ai nostri clienti un ambiente confortevole e totalmente rinnovato, nuovi servizi e una semplificazione della vita notevole grazie al risparmio di tempo anche in termini di movimento».

La piattaforma

I cittadini residenti o domiciliati ad Altavilla Silentina, a breve, potranno aprire la pratica di richiesta o rinnovo del passaporto presentando la documentazione direttamente presso l’ufficio postale di Cerrelli, senza andare in questura. Grazie alla piattaforma tecnologica di Poste Italiane sarà l’operatore di sportello a raccogliere le informazioni e i dati biometrici del cittadino (impronte digitali e foto) inviando poi la documentazione all’ufficio di polizia di riferimento. A scelta del richiedente, inoltre, Poste Italiane potrà occuparsi anche della consegna a casa dei cittadini.

La banca dati

Nell’ufficio postale di piazza Don Giustino Russolillo è possibile, ad oggi, produrre i certificati anagrafici e di stato civile, resi disponibili dall’Anpr, la banca dati unica del Ministero dell’Interno, che potranno essere richiesti direttamente allo sportello oppure in modalità digitale direttamente presso il totem installato nella sala al pubblico.

Il cedolino

Tra i servizi per i cittadini, grazie al progetto Polis, sono disponibili anche i servizi INPS per i pensionati che potranno ricevere il cedolino della pensione, la certificazione unica e il modello “OBIS M” che riassume i dati informativi relativi all’assegno pensionistico e i servizi “Atti di Volontaria Giurisdizione” con la possibilità di presentare le istanze di “Nomina Amministratore di Sostegno” e “Rendicontazione Stato Patrimoniale Assistito”, secondo quanto contenuto nella convenzione firmata fra il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, il Ministero della Giustizia e Poste Italiane, quale soggetto attuatore.

Oltre il “digital divide”

L’obiettivo del progetto Polis è quello di favorire la coesione economica, sociale e territoriale del nostro Paese, superare il digital divide, sostenere la crescita delle comunità periferiche rendendo facile ai cittadini l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione.
Il progetto, finanziato con i fondi nell’ambito del Piano nazionale per gli investimenti complementari al PNNR, permetterà entro il 2026 a Poste Italiane di dare un nuovo volto ai 7.000 Uffici Postali dei piccoli centri in Italia di cui 142 in provincia di Salerno.

Leggi anche