Skip to content

Eboli, emergenza ladri: spari in aria per difendersi

di Francesco Faenza
Le fucilate alle 2 della notte tra sabato e domenica nella periferia. Grilletti premuti alla prima auto sospetta: «Qui la paura ci fa compagnia»
Eboli, emergenza ladri: spari in aria per difendersi

Erano le due di notte, tra sabato e domenica, quando è partita la prima fucilata. Pochi secondi dopo, un altro colpo d’arma da fuoco. Un rumore forte e assordante. In tanti, tra Grataglie e Fontanelle, si sono affacciati alle finestre. Torna la paura dei ladri, nella zona ovest di Eboli. E i residenti, pluri-martoriati negli anni scorsi, tendono oramai a difendersi da soli. Chi ha un’arma da fuoco, spara. In aria. Per spaventare i malviventi. Si spara anche nel vedere un’auto sospetta. «Ci siamo ritrovati in tanti, affacciati al balcone per capire cosa stesse accadendo. Erano le due di notte, i balconi aperti per il caldo hanno contribuito a svegliare tanti di noi residenti. La paura dei furti, a noi residenti di Grataglie, ci fa compagnia tutte le sere», racconta una residente. Gli spari sarebbero partiti al confine con Fontanelle, altro rione spesso colpito dai ladri.

Leggi anche