Skip to content

Battipaglia, migranti e fitti falsi: «Vigile a processo»

di Carmine Landi
Carte fasulle per avere il ricongiungimento, chiesto il rinvio a giudizio per Cauceglia, Ciaglia e 27 extracomunitari
Battipaglia, migranti e fitti falsi: «Vigile a processo»

Imputati. Nuovo status giuridico d’un ex agente della polizia municipale battipagliese, per fatti commessi quand’ancora era in servizio, d’un presunto proprietario d’immobili e di 27 nord-africani: il pm ha avanzato richiesta di rinvio a giudizio. L’ultima parola spetterà al gup Gerardina Romaniello. Quattordici appartamenti sparsi per Battipaglia: a voler credere alle carte che 27 cittadini nord-africani hanno trasmesso alla Prefettura tra 2015 e 2020, sarebbero tutti di proprietà di Vincenzo Ciaglia, 69enne del posto. E a voler credere alla penna di Bruno Cauceglia, 68 anni, al tempo agente della polizia municipale, in almeno 22 casi gli extracomunitari avrebbero realmente vissuto lì.

Leggi anche