Skip to content

Fratelli d’Italia, raid alla sede di Battipaglia

Il direttivo rimane alla porta
Fratelli d’Italia, raid alla sede di Battipaglia

«Forse abbiamo preso pochi voti alle Europee e volevano punirci…». Nunzio Vitolo, coordinatore del circolo battipagliese di Fratelli d’Italia, prova a scherzarci su, ironizzando sulle 3.962 preferenze che il partito di Giorgia Meloni ha conseguito poco meno di due settimane fa nella capofila della Piana del Sele.

L’atto vandalico

Sono le 19 d’un venerdì sera: il numero uno cittadino di FdI è bloccato dinanzi alla porta al civico 11 di via Solferino, sede battipagliese dei meloniani. Con lui ci sono i vertici dell’intero direttivo: sono stati convocati per un’analisi del voto. Invano: la riunione salta a causa dei teppisti che hanno vandalizzato la sede. La porta presenta dei segni di forzatura e nella serratura è stata messa della colla: impossibile aprire, impossibile riunirsi.

Leggi anche