Skip to content

Mare a Salerno, prime “chiazze” ma i test sono ok

di Alessandro Mosca
Schiuma marrone a riva nonostante il vento, sos dei bagnanti. E l’Arpac promuove le acque: divieti verso la revoca
Mare a Salerno, prime “chiazze” ma i test sono ok

Chi conosce clima e correnti e, soprattutto, sa vita, morte e miracoli della città d’Arechi ha esultato sentendo sulla sua pelle la fresca brezza che sta spirando su Salerno, quel “vento di terra” capace non solo di spazzare via la cappa d’afa che ha attanagliato la città nei primi giorni d’estate ma – e soprattutto – di ripulire il mare. Ma neanche il “vento di terra”, in questo fine settimana, non è riuscito a fare totalmente il suo dovere: la stagione balneare è entrata nel vivo in questo weekend dando un dispiacere agli amanti della tintarella delle spiagge del capoluogo dove, soprattutto nella giornata di sabato, il mare si è mostrato sporco, evidenziando i soliti – ormai atavici – difetti che proprio non riescono ad essere arginati.

Leggi anche