Skip to content

Salerno, le associazioni traslocano all’ex collocamento

di Eleonora Tedesco
La scuola Gatto da demolire e ricostruire, dopo le polemiche c’è la soluzione del Comune: spazi in via Sichelgaita
Salerno, le associazioni traslocano all’ex collocamento

Le associazioni “sfrattate” dalla ex scuola Gatto in via Di Palo potranno traslocare in via Sichelgaita, nell’immobile che fu del Centro per l’impiego che da qualche mese è stato trasferito in via Clark. A stabile il trasferimento delle varie realtà ospitate nella zona orientale è una delibera della giunta in cui si stabilisce di «destinare i locali disponibili nella struttura di via Sichelgaita prioritariamente alle associazioni a cui erano stati assegnati gli immobili nella struttura dell’ex scuola Gatto». Inoltre dovrà essere il settore Politiche sociali a verificare «l’interesse al trasferimento delle associazioni destinatarie dei provvedimenti di assegnazione all’ex Centro per l’impego acquisendo una relazione sull’attività condotte e una proposta progettuale rispetto alle finalità sociali degli interventi», mentre il settore Manutenzione del patrimonio pubblico comunale procederà alla stipula dei contratti di concessione.

Come si sottolinea nella delibera, tutte le realtà associative coinvolte nella partita sono state informate delle intenzioni dell’amministrazione attraverso una serie di incontri. In sostanza, si chiarisce nel documento, la scelta del trasferimento in via Sichelgaita scaturisce dal fatto che è emersa «la necessità, per non disperdere il patrimonio di esperienze e di dare continuità alle iniziative di cittadinanza attiva portate avanti dalle numerose realtà associative che nel corso degli anni sono diventate un punto di riferimento per i cittadini salernitani». D’altro canto, dopo che gli uffici del Centro per l’impiego sono stati trasferito alla Zona industriale (anche perché il palazzo di via Sichelgaita era risultato inagibile) e conclusi i lavori, lo stabile era stato destinato «a finalità sociali e alla realizzazione di azioni di welfare di comunità a cura del settore Politiche sociali».

Leggi anche