Skip to content

Salerno, taglio del nastro per il “gattoparco”

L'area di sgambamento per felini a Fratte è intitolata a Leone
Salerno, taglio del nastro per il “gattoparco”

Un’area di sgambamento per gatti ha preso vita, per la prima volta, a Salerno nel ricordo di Leone, il felino scuoiato vivo negli scorsi mesi ad Angri. La singolare iniziativa, promossa dal Centro per la legalità della coop sociale Galahad guidata da Marilia Parente, nasce nello spazio verde attiguo alla chiesa di “Santa Maria dei Greci” a Fratte: l’area è stata attrezzata con reti ad hoc e arredi a tema, tra tunnel e giochi per gatti, restituisce ai gatti attimi di avventura in natura, senza rischi, tra piantine non nocive per gli animali.

il “gattoparco” inaugurato a Salerno

Previste delle aperture sperimentali nel corso del periodo estivo, lo spazio sarà accessibile gratuitamente su turni programmati da animali vaccinati e sterilizzati accompagnati dai loro proprietari. Nello stesso spazio saranno organizzate anche iniziative di natura sociale e culturale aperte a tutta la comunità.

Oggi pomeriggio c’è stata l’inaugurazione nella chiesa di Fratte alla presenza del progetto e delle attività promosse dal Centro per la Legalità della cooperativa sociale Galahad, insieme all’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Salerno, Paola De Roberto, alla direttrice dell’Ufficio Cultura e Arte dell’Arcidiocesi, Lorella Parente, al parroco di Santi Felice e Giovanni in Pastorano, don Marco Raimondo e alla presidente della cooperativa sociale Galahad, Marilia Parente. Dal prossimo autunno, inoltre, i giovanissimi utenti del Centro per la Legalità, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo San Tommaso d’Aquino, saranno anche protagonisti di iniziative di sensibilizzazione e promozione di raccolte solidali rivolte a canili, gattili e animali in difficoltà.

Leggi anche