Skip to content

Cava de’ Tirreni, posti occupati: i vigili alle case colorate

Contenitori per impadronirsi d’improvvisati stalli auto a Pregiato
Cava de’ Tirreni, posti occupati: i vigili alle case colorate

Operazione legalità nelle case popolari di Pregiato: gli agenti della polizia municipale, agli ordini del comandante Stefano Cicalese, hanno rimosso tutti i contenitori utilizzati indebitamente da alcuni residenti per l’occupazione del suolo pubblico. Un monopolio sui posti auto da parte di chi impiega una lattina, un secchio o una fioriera: “questo è il mio posto e non deve parcheggiare nessun’altro”. In quel corridoio, che non dovrebbe essere utilizzato come parcheggio, in quanto per le auto è stata realizzata a suo tempo un’ area apposita dietro l’ultimo palazzo, c’è chi si arroga il diritto di un posto.

I sopralluoghi

I posti auto, in quella zona, non sono né assegnati, né comprati, per cui è assolutamente vietato occupare pezzi di suolo pubblico con oggetti a caso, che all’occorrenza si spostano a favore delle vetture. La goccia che ha fatto traboccare il vaso lunedì: l’autista dell’ambulanza che ha dovuto soccorrere un inquilino del posto è stato costretto a manovrare nel cantiere, proprio perché ostacolato dai contenitori. A questo episodio ha fatto seguito, martedì mattina, il sopralluogo dei caschi bianchi e il sequestro d’ogni “occupa-posto”. Seguiranno altri sopralluoghi.

Leggi anche