Skip to content

Cava de’ Tirreni, violenza in famiglia: tensione a Pregiato

di Annaluara Ferrara
Ancora un intervento dei militari, ora si teme il peggio
Cava de’ Tirreni, violenza in famiglia: tensione a Pregiato

Ennesima lite familiare in località Pregiato a Cava de’ Tirreni. Paura nelle palazzine popolari dove di sovente si stanno registrando momenti di tensione e non poche volte degli episodi di violenza. In una famiglia con seri problemi di convivenza sono intervenute spesso le Forze dell’Ordine e i sanitari. Nella settimana appena trascorsa due episodi hanno interrotto la serenità del vicinato. Prima una lite tra padre e figlio, poi venerdì il capofamiglia che ha iniziato ad inveire contro sua moglie. Due episodi in rapida successione che hanno allarmato non poco i residenti.

Le urla e le offese verso la consorte, sono continuate per ore. Il vicinato teme che un giorno possa succedere qualcosa di irreparabile, soprattutto, quando il figlio 32enne della coppia dà in escandescenza. Esattamente due mesi fa, un altro campanello d’allarme. Una sera, dopo le ore 21, il giovane ha inveito contro i familiari presenti in casa e dal balcone ha iniziato ad urlare contro sua madre. «Sono ubriaco, accoltellami così mi togli di mezzo. Un giorno prendo ad uno ad uno e vi butto giù» è la frase che l’uomo avrebbe urlato.

Leggi anche