Skip to content

Eboli, rapina al caseificio Rosaria: pistola contro la cassiera

Il malvivente del rione Pescara è fuggito con l’incasso di 1.200 euro
Eboli, rapina al caseificio Rosaria: pistola contro la cassiera

Rapina a mano armata al caseificio “Rosaria”. Il blitz è avvenuto ieri pomeriggio alle 14:30 in via Francesco Romano. Il malvivente è entrato con una pistola in pugno. Forse un’arma giocattolo. Puntata l’arma contro la cassiera si è fatta consegnare il bottino: 1200 euro. Con il viso coperto da un casco da motociclista, il pregiudicato è fuggito via rapidamente.

L’errore

Madornale l’errore che aveva compiuto pochi minuti prima. In maniera incredibilmente ingenua, il rapinatore è arrivato nel cortile del caseificio senza casco. Era a volto scoperto. Ed è stato ripreso dalle telecamere private dell’attività casearia. Il casco è stato indossato pochi secondi prima di entrare nel caseificio. Troppo tardi per non essere riconosciuto dagli investigatori. La rapina è avvenuta alle 14:30.

Leggi anche