Skip to content

Niente antifurto: nuovo raid alla Galvani Opromolla di Angri

Ennesima irruzione dei vandali nel plesso scolastico di via Dante Alighieri, i genitori chiedono contromisure
Niente antifurto: nuovo raid alla Galvani Opromolla di Angri

Vandali in azione presso la sede della scuolaGalvani-Opromolla” di Angri. Nel corso della notte scorsa, infatti, alcune persone si sono introdotte nel plesso di via Dante Alighieri provocando piccoli danni, ma senza portare via alcun dispositivo elettronico o altri oggetti utilizzati per le attività didattiche. La mancanza di grate e di sistemi di sicurezza al piano terra dell’edificio scolastico hanno facilitato l’azione dei malintenzionati che sono entrati indisturbati lasciando il segno della loro visita scrivendo delle frasi offensive alle lavagne e scaraventando a terra banchi e sedie in alcune classi.

L’appello

L’ingresso dei vandali non è una novità per quanto concerne la nuova struttura scolastica e già in passato si sono registrate azioni ad opere di teppisti. «Penso sia indispensabile e necessario che vengano installate queste grate di ferro, soprattutto al piano terra, e che vengano adeguatamente chiuse, in orario non scolastico, le porte antipanico presenti nella scuola – spiega Emilio Corrado Mancino, uno dei genitori dei tanti alunni che frequentano l’istituto – visto che nella parte retrostante del plesso c’è un parcheggio sempre aperto a tutti 24 ore su 24, su cui affacciano le finestre del plesso poste al piano terra, nonché nella parte retrostante del plesso c’è una scala che conduce al piano interrato del plesso stesso. Ora l’anno scolastico è finito e se c’è la volontà, c’è tutto il tempo per rimediare entro settembre».

Leggi anche