Skip to content

Pugliano, i palpeggiamenti sulla minore denunciati dalla madre

di Carmine Landi
L’ex assessore davanti al gip: nessuno stop dal suo Comune
Pugliano, i palpeggiamenti sulla minore denunciati dalla madre

Poco meno d’un mese. È il tempo ch’è passato dal dì dei presunti palpeggiamenti sulla 16enne di Montecorvino Pugliano al giorno in cui la ragazzina ha varcato la soglia della caserma per sporgere denuncia contro il compaesano di 47 anni, dirigente comunale in Costiera amalfitana e notissimo nei Picentini per i suoi trascorsi da consigliere e da assessore, da venerdì agli arresti domiciliari con la pesante accusa di violenza sessuale su minore.

Il controverso episodio, sfociato nell’ordinanza di custodia cautelare firmata da Giandomenico D’Agostino, gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della Procura capeggiata da Giuseppe Borrelli, risale al 31 gennaio scorso. Quel mercoledì la ragazzina avrebbe oltrepassato l’ingresso dell’attività commerciale intestata alla moglie dell’indagato: non ci lavorava, era andata lì nelle vesti di cliente. E s’è imbattuta nel 47enne che, stando alla provvisoria ricostruzione degli inquirenti, le avrebbe palpeggiato il seno e il fondoschiena tentando di strapparle un bacio. Invano.

Leggi anche