Skip to content

Cava De’ Tirreni, scoperte 70 mini discariche di rifiuti

di Annalaura Ferrara
Da gennaio raccolti oltre 22mila chili di calcinacci, 1500 chilogrammi di cartongesso ed una tonnellata di guaina
Cava De’ Tirreni, scoperte 70 mini discariche di rifiuti

Sono oltre settanta i punti critici di Cava de’ Tirreni, dove persistono le cattive abitudini dei cittadini. Dall’inizio dell’ anno a oggi sono stati raccolti, con aggravio di spese che ricadono su tutti i cittadini, ben 22.500 chili di calcinacci, 1500 chili di cartongesso ed oltre 1000 chili di guaina.

Si registra sempre più un’impennata dei conferimenti selvaggi. Sono di ieri mattina, altri numerosi conferimenti illeciti. In via Michele Baldi (postazione Citola) abbandono di circa 40 chili di frammenti di amianto; in via Pasquale Santoriello (postazione ex C.M.M.) abbandono di circa 50 chili di guaina bituminosa, due fusti di vernici e circa 100 chili di calcinacci, in via Michele Di Florio a Croce, abbandono di 60 chili di frammenti in cartongesso.

Riscontrati, sempre ieri mattina, abbandoni di rifiuti speciali, in via XXV Luglio, da parte di utenze non domestiche. Dai controlli espletati fino a pochi giorni fa, sono arrivati ad undici gli evasori totali della tassa sui rifiuti. Sono tutte utenze non domestiche, destinate alla commercializzazione di bevande ed alimenti. In un quinquennio di operatività, il nucleo ispettori ambientali comunali, ha comminato 520 verbali per errato conferimento dei rifiuti e affissione selvaggia.

Leggi anche