Skip to content

Olevano, multa di 500 euro per chi spreca l’acqua

Verifiche anche con l'ausilio di un drone
Olevano, multa di 500 euro per chi spreca l’acqua

Guerra istituzionale allo spreco dell’acqua potabile. Sarà tolleranza zero, annuncia il sindaco Michele Ciliberti , ricordando ai cittadini che è in vigore una apposita ordinanza contro gli sprechi. «Faremo un controllo a tappeto su tutto il territorio comunale – ricorda Ciliberti – grazie all’ausilio del comando di Polizia Municipale. Vigileremo dall’alto anche con l’aiuto di droni. Chi verrà sorpresa ad utilizzare l’acqua non solo ai fini domestici sarà sanzionato con una multa salatissima fino a 500 euro, oltre ad una denuncia penale».

Il provvedimento sindacale prevede il divieto di prelievo di acqua dalla rete idrica per scopi diversi da quelli domestico-sanitari, come ad esempio l’irrigazione di orti e giardini, il lavaggio di veicoli, cortili e strade private, il riempimento di piscine, fontane ornamentali. Prevenire è meglio che curare. Si vuole evitare nei rubinetti delle abitazioni cali idrici, soprattutto nelle zone periferiche dove l’utilizzo dell’acqua potabile viene spesso utilizzata, soprattutto per l’irrigazione dei campi coltivati.

Nei prossimi giorni gli agenti della Polizia Municipale eseguiranno i controlli con mirati appostamenti da terra e dall’alto. A settembre dello scorso anno grazie al drone spia fu scoperto e denunciato un pensionato che rubava l’acqua potabile per irrigare il suo terreno. Secondo quanto accertato dagli agenti municipali con il supporto dei tecnici dell’Ausino Spa, l’uomo aveva realizzato uno sbocco idrico abusivo all’interno del suo fondo nella zona agricola di località Frosano. Il personale intervenuto sul posto ha scoperto il by pass idrico all’interno di un gallinaio.

Leggi anche