Skip to content

Salerno, taxi fantasma: cittadini e turisti appiedati

di Alfredo Boccia
Servizio inesistente alla stazione, istituzioni in silenzio
Salerno, taxi fantasma: cittadini e turisti appiedati

Appiedati, senza spiegazioni. E costretti a raggiungere le loro abitazioni con mezzi di fortuna. Disagi domenica scorsa, ed oramai è una costante, per i viaggiatori in treno che di notte una volta giunti alla stazione di Salerno non hanno potuto fruire del servizio taxi. Di conseguenza hanno dovuto chiamare parenti o conoscenti gli oltre venti salernitani che a cavallo tra l’ultimo ed il primo giorno della settimana, in gran parte provenienti da Bologna dopo essersi recati ad Imola per assistere al Gran Premio di Formula 1, si sono ritrovati impotenti allo scalo ferroviario del capoluogo in attesa di un taxi. Con la beffa – poi – di avere invano atteso un conducente nonostante gli stessi viaggiatori fossero stati rassicurati via telefono che gli addetti al servizio stavano per arrivare al centro di Salerno per poi portarli dove chiedevano.

Tra amarezza e rassegnazione

Invece, trascorsi più di venti minuti, l’amara realtà. Con la ricerca spasmodica a tarda ora di una soluzione, poi qualcuno nonostante il bagaglio ha quindi deciso di spostarsi a piedi perché le proprie abitazioni non erano eccessivamente distanti dalla stazione ferroviaria. Fastidioso epilogo di un viaggio. Ed in molti hanno sottolineato che quanto accaduto non è una eccezione, piuttosto la costante. Il tutto, evidentemente, in barba ai proclami di “Salerno città turistica”. Considerato che l’assenza o l’insufficienza di taxi alla stazione di Salerno sono state segnalate ripetutamente da tempo alle istituzioni locali.

Leggi anche