Skip to content

Cava de’ Tirreni, furti e raid nel parcheggio a via Palumbo

di Annalaura Ferrara
Rubano pezzi d’auto poi immessi sul mercato dei ricambi e vandalizzano le vetture: s’indaga
Cava de’ Tirreni, furti e raid nel parcheggio a via Palumbo

Furti di pezzi d’auto e atti vandalici ai danni delle vetture in sosta lungo gli stalli verticali o a pettine dell’ultimo tratto di strada di via Gino Palumbo a Cava de’ Tirreni. È questo l’ultimo grido di allarme levato da numerosi automobilisti metelliani, i quali, per situazioni di comodità e risparmio, parcheggiano le proprie vetture in quella zona, dove la sosta e gratuita. Alcuni automobilisti hanno denunciato l’accaduto al Commissariato di pubblica sicurezza di corso Palatucci, agli ordini del vicequestore Giancarlo Conticchio, o alla Tenenza dei carabinieri di via Atenolfi, diretti dal capitano Francesco d’Assisi Longobardi.

Molti altri, invece, per questioni di tempo, non hanno provveduto ancora a sporgere denuncia, pur avendo subìto dei danni. In più di un’ occasione ad essere prese di mira sono le auto dei dipendenti di un supermercato sito nei pressi di via Gino Palumbo ma, a farne le spese anche cittadini comuni che lasciano l’auto in quella zona per spostarsi con mezzi pubblici o auto di colleghi, nel posto di lavoro, fuori comune.

Specchietti e tergicristalli rotti, portiere graffiate e serrature forzate, e laddove non riescono a portare via nulla pneumatici forati. Altri automobilisti, quelli più sfortunati, si sono trovati con le auto saccheggiate e danni per diverse centinaia di euro. Rimossi pezzi all’ interno dell’abitacolo, soprattutto quelli presenti nella parte anteriore, tra il volante ed il lato passeggeri. In qualche occasione è stato tentato anche il furto della vettura.

Leggi anche