Skip to content

La rete Telestroke “salva” tre pazienti in provincia di Salerno

Eseguite trombolisi in telemedicina a Sapri e Polla
La rete Telestroke “salva” tre pazienti in provincia di Salerno

Tre casi salvavita a distanza di pochi giorni, eseguiti da remoto tra gli ospedali di Sapri, Polla e l’Umberto I di Nocera Inferiore. La rete stroke dell’ASL Salerno è diventata ormai uno strumento integrante dei processi aziendali e mette in rete – attraverso la telemedicina – i professionisti e gli ospedali aziendali, garantendo ai cittadini l’intervento tempestivo sull’ictus nell’intero territorio di competenza della Asl della provincia salernitana.

Nello specifico, nei giorni scorsi sono stati trattati due casi, eseguiti su pazienti in condizioni stabili e che per questo potevano essere trattati direttamente presso il presidio ospedaliero dell’Immacolata di Sapri, e che non necessitavano della trombectomia meccanica. Pazienti trattati in totale sicurezza da un team multidisciplinare, tramite una teleconsulenza tra gli operatori di Sapri, la Neurologia e la Neuroradiologia del Dea di Nocera.

Il terzo caso si è registrato questa notte all’ospedale di Polla: il paziente è stato prima sottoposto a trombolisi presso lo stesso nosocomio, svoltasi in teleconsulenza con i neurologi e i neuroradiologi del Dea di Nocera, e successivamente è stato trasferito a Nocera per essere sottoposto a trombectomia meccanica.

Leggi anche