Skip to content

Battipaglia, la nuova scuola Kennedy vale 11 milioni

di Carmine Landi
Progetto approvato, ecco i rendering. Il piano: far tornare i ragazzi delle medie a Belvedere. Palla alla Regione
Battipaglia, la nuova scuola Kennedy vale 11 milioni

Undici milioni e mezzo di euro. Tanto vale il cantiere della nuova Kennedy, plesso formativa dell’Istituto comprensivo Gatto di Battipaglia, che la giunta comunale guidata dalla sindaca Cecilia Francese conta di riuscire a realizzare con i fondi di “Scuola viva in cantiere”, maxi-bando regionale al quale sta per essere candidato il corposo progetto di fattibilità tecnico-economica, approvato dalla prima cittadina e dai suoi assessori. Con tanto d’avveniristici rendering che mostrano le forme della scuola che con buone probabilità s’auspica di riuscire a realizzare, pure perché la fatidica cantierizzazione corrisponderebbe alla “fase due” d’un finanziamento che la giunta Francese ottenne dal ministero dell’Istruzione per le attività di progettazione.

La gara europea

I disegni realizzati dai professionisti degli studi Settanta7 di Torino e Spi di Napoli sono figli proprio dell’aggiudica di quella gara europea da 280mila euro. E mostrano i propositi scolastici dell’amministrazione per il popoloso quartiere di Belvedere. Con un approccio inedito, almeno per ciò che s’è visto finora, in materia d’edilizia scolastica, perché il nuovo plesso non vedrà la luce laddove sorge l’attuale Kennedy ma nei terreni a ridosso del PalaPuglisi, affacciati su via Coppi, a pochi passi dal centro polifunzionale fresco d’inaugurazione (ma non ancora d’attivazione). Un polo per 440 alunni, il doppio di quelli che attualmente frequentano il plesso con vista su via Belvedere, perché l’altra importante novità che il progetto si trascina dietro è il ritorno “a casa” dei tanti preadolescenti del popoloso rione (almeno 10mila anime) ad oggi costretti a frequentare le medie al rione Stella. Tre sezioni di scuole elementari, tre sezioni di scuole medie.

Leggi anche