Skip to content

Ostello della Gioventù vuoto, il Comune lo offre per gli eventi

Salerno, il complesso senza gestori dal 2021: ora spettacoli negli spazi esterni
Ostello della Gioventù vuoto, il Comune lo offre per gli eventi

Ottanta euro al giorno per un minimo di tre giorni: è la somma necessaria per associazioni o altre realtà attive sul territorio cittadino cui toccherà il compito di far “rinascere” (almeno in parte) l’ostello della gioventù “Ave Gratia Plena”. È la soluzione scelta dalla giunta guidata dal sindaco Vincenzo Napoli per provare a rianimare uno dei grandi contenitori vuoti della città d’Arechi: l’ostello, infatti, è fermo dal 2021 quando è scaduta – non senza polemiche – la convenzione per l’affidamento della struttura ricettiva. Da allora, l’Ente di Palazzo Guerra più volte ha provato ad affidare nuovamente i servizi per l’accoglienza ma senza risultato.

L’avviso pubblico

Ora la Giunta, pur evidenziando che “sono in corso le attività amministrative finalizzate alla redazione di un progetto di ristrutturazione del complesso immobiliare già oggetto di finanziamento” tenta una prima riattivazione dell’ostello della gioventù, offrendolo – per il periodo che va da maggio a settembre – per lo svolgimento di attività culturali: adesso, dunque, sarà emanato un avviso pubblico che permetterà a soggetti privati di poter svolgere attività ad ottanta euro al giorno e per un minimo di tre giorni. Ma saranno limitati gli spazi fruibili: al momento, così come viene precisato nella delibera di giunta, sono fruibili soltanto gli spazi esterni, come il cortile e il porticato, del complesso edilizio di via dei Canali.

Leggi anche