Skip to content

Scafati, lite e pistolettata: condannato il 17enne

di Salvatore De Napoli
Il Tribunale per i minorenni infligge una pena a due anni e otto mesi. I difensori: «L’arma era del contendente»
Scafati, lite e pistolettata: condannato il 17enne

La pistola non sarebbe stata la sua ma della vittima. Da quell’arma da fuoco, durante la colluttazione con la vittima, sarebbe partito il colpo che poi aveva ferito il malcapitato contendente. Questa la tesi difensiva dei legali del 17enne che ieri è stato condannato a due anni e otto mesi di reclusone dal Tribunale per i minorenni di Salerno, ma gli avvocati Pasquale e Gaetano Morra, suoi difensori, annunciano già il ricorso in Appello.

La ricostruzione

Secondo la ricostruzione dell’accusa, il 13 febbraio dello scorso anno nella piazza della vicina via Michelangelo Buonarroti, nel quartiere Mariconda di Scafati, ai confini con Pompei e Castellammare di Stabia, avrebbero litigato il 17enne imputato e un 21enne di Scafati. Nel corso della lite, un colpo di pistola, calibro 7,65, avrebbe raggiunto alle gamba il 21enne, che stava rientrando a casa. Il ferito cadde a terra, in una pozza di sangue. Fu trasportato d’urgenza in ambulanza all’ospedale “Umberto I” di Nocera Inferiore. I medici riscontrarono ferite, fortunatamente non gravi, riportate dalla giovane vittima.

Leggi anche