Skip to content

Cava, bottigliate tra baby-tifosi: identificati 20 adolescenti

di Annalaura Ferrara
Le prime scaramucce tra gli aquilotti e i biancoblù sulla spiaggia a Vietri
Cava, bottigliate tra baby-tifosi: identificati 20 adolescenti

Identificati i dieci baby tifosi della Nocerina che, lunedì sera, a bordo del bus di linea extraurbano 4, dinanzi alla stazione di Cava de’ Tirreni, si sono resi autori di scontri con un gruppo di baby ultras della Cavese. Rossoneri sul bus e biancoblù in strada, hanno dato vita a uno spettacolo indecente, con il danneggiamento del pullman. Erano in totale una ventina di ragazzi di età compresa tra i 14 e i 16 anni. I dieci giovani dell’Agro nocerino erano sul bus di ritorno da Vietri sul Mare. Ad attenderli davanti alla stazione c’erano circa altri dieci ragazzini di fede aquilotta.

Gli screzi

I primi screzi tra i baby-tifosi sono nati sulla spiaggia e, quasi alla stregua d’una spedizione punitiva, i giovani si sono aspettati alla prima fermata utile: la stazione di Cava de’ Tirreni. Bottigliate e martelletti da un lato e dall’altro del vetro laterale del bus. I ragazzi si sono guardati bene dal venire al contatto fisico, nonostante le porte dell’autobus fossero aperte. Una passeggera si è sentita male e l’autista l’ha dovuta soccorrere, mentre era in atto la guerriglia tra i giovanissimi tifosi. Una brutta serata che ha destabilizzato anche altri passeggeri, che hanno temuto per la propria incolumità.

Leggi anche