Skip to content

Battipaglia, botte per l’auto e tentata rapina: arrestati

La lite per la viabilità e il raid con il coltello in pieno centro
Battipaglia, botte per l’auto e tentata rapina: arrestati

Una mera lite di viabilità culminata in botte e finanche in una tentata rapina nel corso della quale è spuntato pure un coltello a molla. È la ragione per la quale all’alba di ieri sono finiti agli arresti domiciliari i battipagliesi Vincenzo Romano, 42 anni, e Gerardo Caputo, 33. Entrambi sono accusati di concorso in tentata rapina a mano armata e in lesioni, il secondo è accusato pure per aver tirato fuori la lama.

L’ordinanza

Gli agenti del locale Commissariato della polizia di Stato (vicequestore Giuseppe Fedele) nella mattinata di ieri hanno notificato ai due, rispettivamente assistiti dagli avvocati Giuseppe Russo e Lucia Miranda, un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, firmata da Giovanna Pacifico, gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della Procura.

Leggi anche