Skip to content

Morte di Rosa Apicella, sotto sequestro il tir sospetto

di Annalaura Ferrara
L’omicidio stradale della 69enne di Cava de’ Tirreni a Pregiato: sigilli della Procura sul presunto camion “pirata”
Morte di Rosa Apicella, sotto sequestro il tir sospetto

Sigilli al mezzo pesante. È stato emesso ieri mattina, a carico della ditta di trasporto terra, il decreto di sequestro del camion incriminato per la morte di Rosa Apicella. La sede dell’impresa è nell’Agro nocerino. Il camion è stato ripreso dalle telecamere pubbliche mentre tra le 10 e le 10,15 transitava in via Dei Fabbri e via Aniello Salsano. Il pm ha ritenuto inconfutabili le prove, frutto della capillare attività investigativa del Nucleo di polizia giudiziaria del capitano Giuseppe Senatore su direttive del comandante della polizia municipale Stefano Cicalese. Di qui il sequestro dell’unico camion circolato lungo via Salsano nell’ora in cui è stata investita la malcapitata donna.

L’ipotesi di reato

Ora sta alla direzione della ditta comunicare il nominativo del camionista incaricato per nome e conto dell’impresa a mettersi alla guida del mezzo pesante per l’attività lavorativa in quel sabato mattina. Si delinea per lui la duplice ipotesi di reato di omicidio stradale ed omissione di soccorso. Sono due, per ora, gli indagati per la morte della 69enne di San Giuseppe al Pennino: il presunto conducente del mezzo pesante, che ha negato gli addebiti, e l’uomo al volante della Fiat Panda che sopraggiungeva.

Leggi anche