Skip to content

Laureata a 83 anni, la sua tesi parla di Cava

di Francesco Romanelli
Paola Notarbartolo conclude gli studi dopo la perdita del marito metelliano: l’ultimo esame nei ‘60
Laureata a 83 anni, la sua tesi parla di Cava

Si è laureata lunedì scorso ad 83 anni in Lingue alla Statale di Milano. La neodottoressa Paola Notarbartolo ha discusso la tesi ben sessant’anni dopo aver sostenuto il suo ultimo esame. Erano presenti alla seduta per festeggiarla le figlie e tre nipoti. La tesi verteva sui viaggiatori tedeschi a Cava de’ Tirreni. Qui, infatti, la Notarbartolo, con la sua famiglia di origine, trascorreva le vacanze subito dopo la fine dell’ultima guerra. Galeotta fu la conoscenza di un legale del posto, Bruno Senatore, che, come scrive Raffaele Senatore, fu tra i soci fondatori e giocatore di grande carisma e personalità del Rugby Cava dalle sue origini fino alla fine degli anni ‘50. Nacque subito un grande amore che si cementò con una bella famiglia.

La soddisfazione

Paola, senza rimpianti, mise in un cassetto il suo libretto universitario con tutti gli esami sostenuti. L’agognata laurea poteva aspettare. Una “fuori corso” più che giustificata anche perché Paola aveva terminato il suo corso di studio nei tempi dovuti e la media degli esami era anche alta. «La ricordo molto bene quando la scorsa estate veniva nella nostra struttura per le ricerche che le sarebbero servite per la sua tesi di laurea – ha affermato Barbara Modica, già responsabile della biblioteca comunale metelliana – soleva recarsi spesso anche per lo stesso motivo nella biblioteca dell’abbazia benedettina della Santissima Trinità della nostra città. Una persona molto affabile e buona con la quale sono rimasta in amicizia. Nei giorni scorsi mi sono rallegrata con lei per il prestigioso risultato ottenuto».

Leggi anche