Skip to content

D’Alascio, un prefetto salernitano a Fermo

Edoardo D'Alascio si è presentato nel giorno del suo 60esimo compleanno: «Sarò la voce di questo territorio»
D’Alascio, un prefetto salernitano a Fermo

Il nuovo prefetto della provincia di Fermo, Edoardo D’Alascio, dopo essersi insediato ieri, si è presentato ufficialmente oggi nel giorno del suo sessantesimo compleanno. Nato nel 1964 a Salerno, nella sua carriera ha ricoperto vari incarichi in diverse prefetture. Dall’ottobre 2019 ad oggi ha lavorato presso l‘Ufficio Affari Legislativi e Relazioni Parlamentari del Ministero dell’Interno.

Le prime parole

Sono onorato di questa nomina e dell’incarico. Sarò la cerniera tra le varie istituzioni, tra la società civile e lo Stato – ha detto in un incontro con la stampa –. La provincia di Fermo ha una grande cultura e storia. L’osmosi tra le tradizioni dei piccoli Comuni dell’entroterra e quelli sulla costa è assolutamente necessaria. Rappresenterò tutto il territorio e ne sarò la voce“.

Le priorità

D’Alascio di prefigge di portare la voce del Fermano a livello centrale: “Ho bisogno di interloquire con le istituzioni locali, con le associazioni, con i miei uffici e con le forze di polizia, proseguendo l’attività dei miei predecessori affinché si raggiunga una coesione sociale forte“. Il prefetto ha già incontrato i rappresentanti delle forze dell’ordine e vuole accelerare la sua conoscenza del territorio. “Mi sono anche dotato di un’auto per andare in giro e toccare con mano, in prima persona, le varie situazioni” ha annunciato. Le criticità del Fermano “mi sono state illustrate. Conosciamo tutti gli sforzi fatti dalle forze dell’ordine in materia di sicurezza pubblica in alcune zone e sarò sulla stessa linea, di massima attenzione, avuta fino ad ora” ha concluso il prefetto.

Leggi anche