Skip to content

Salerno, chiuso centro massaggi a luci rosse

L'esercizio gestito da asiatici mascherava attività di prostituzione: sequestro della Polizia, nei guai donna di 41 anni
Salerno, chiuso centro massaggi a luci rosse

A conclusione di una mirata attività di indagine, volta al contrasto della fenomenologia criminosa dei reati contro la prostituzione, la Polizia di Stato ha sottoposto a sequestro penale un centro massaggi sito in via Galdi di questo centro città, gestito da donne di nazionalità asiatica. Il provvedimento è scattato a seguito di una attività di osservazione posta in essere dagli agenti della squadra mobile, attraverso cui è emerso un insolito ed intenso flusso di uomini che frequentavano il centro.

Le indagini

Gli approfondimenti investigativi hanno denotato che in quel centro veniva regolarmente esercitata attività di prostituzione, pubblicizzata anche con la pubblicazione on line di foto ritraenti donne in pose provocanti sul sito del centro e su alcune piattaforme a tematica erotica. Durante il controllo del centro venivano rinvenuti somme di denaro in contanti, pillole di produzione cinese utilizzate per apportare benefici nell’ambito della sfera sessuale, nonché veniva constatata la presenza di letti come arredo anziché lettini dove venivano praticati i massaggi.

Le verifiche

Inoltre, è stata trovata una donna cinese di 41 anni, irregolare sul territorio nazionale, rispetto alla quale sono adesso in corso attività di accertamento da parte dell’ufficio immigrazione. L’attività si innesta in un più ampio quadro di attività che il Questore di Salerno ha disposto – sia a scopo preventivo che repressivo – volta a dare immediate risposte alle istanze di sicurezza dei cittadini: a questi ultimi, è rivolto il costante invito da parte del Questore di fare segnalazioni alla Polizia di Stato di situazioni che destano allarme, anche ricorrendo all’app della Polizia di Stato Youpol.

Leggi anche