Skip to content

Una Comunità energetica per i sistemi industriali

Il meeting giovedì presso la sede di Battipaglia della Bcc Campania Centro
Una Comunità energetica per i sistemi industriali

La costituzione di una Comunità Energetica industriale sarà l’oggetto dell’incontro promosso da Consorzio ASI, Banca Campania Centro, Camera di Commercio di Salerno, Confcooperative, insieme ai partner DINTEC e Agriadvisor. Una sinergia importante, finalizzata alla realizzazione di una Comunità Energetica Rinnovabile rivolta al tessuto produttivo della provincia di Salerno

La Comunità Energetica industriale consentirà agli imprenditori di fare rete, nella produzione e l’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili, con evidenti benefici economici, ambientali e sociali. Le Comunità Energetiche rinnovabili sono oggi lo strumento principe della transizione energetica, una soluzione concreta al caro energia e uno step imprescindibile verso una reale transizione ambientale, che sia anche sostenibile economicamente ed inclusiva.

Il progetto di Comunità Energetica Industriale sarà illustrato giovedì 21 marzo alle ore 17 presso la Sala “Silvio Petrone” di BCC Campania Centro, in Piazza De Curtis a Battipaglia. Nel corso dell’evento, al quale sono state invitate le realtà produttive del territorio provinciale, saranno illustrati nel dettaglio modalità, condizioni e tempi di realizzazione della Comunità Energetica Industriale e, per dare maggiore concretezza all’evento, saranno già raccolte le preadesioni alla costituzione della Comunità.

Programma:
Saluto di benvenuto:
Camillo CATAROZZO, Presidente BCC Campania Centro

Saluti istituzionali

  • Giuseppe GALLO, Vice Presidente Camera di Commercio di Salerno
  • Antonio VISCONTI, Presidente Consorzio ASI

Interventi:

  • Salvatore SCAFURI, Presidente Consorzio “Campania Energy Community” e Presidente di Confcooperative Salerno
  • Antonio ROMEO, Direttore Generale Dintec, Consorzio per l’Innovazione Tecnologica, Agenzia in house di Unioncamere, delle Camere di commercio e dell’ENEA

Conclusioni a cura di AGRIADVISOR, Engineering Solution – Energy Development

Leggi anche