Skip to content

Unisa, raid contro l’Asp: «La pagherai»

di Francesco Ienco
Vandali in azione nella sede dell’associazione operativa nel campus di Fisciano. Sul giallo indaga la polizia
Unisa, raid contro l’Asp: «La pagherai»

Raid nella sede di un’associazione universitaria a Fisciano. Vandali in azione all’ateneo di Salerno dove sono stati gli iscritti dell’associazione Asp, attiva nel Dipartimento di Scienze politiche, a trovare, nello spazio a loro riservato, una brutta e alquanto inaspettata sorpresa. Un atto che ha scatenato un coro d’indignazione e allo stesso tempo spinto la comunità universitaria di Fisciano e Baronissi a interrogarsi sull’identità degli autori, nonché sulle motivazioni.

Fatto sta che già all’ingresso della sede del sodalizio, nel campus fiscianese, era evidente il tentativo (riuscito) di effrazione da parte di ignoti che hanno danneggiato la porta e la maniglia. Poi una volta dentro hanno messo tutto a soqquadro, tra tavoli, sedie, divani e altri oggetti in uso all’associazione. Non trascurando, prima di levare il disturbo, di lasciare persino uno strano e inquietante messaggio, impresso con una bomboletta spray sulla parete: in bella mostra c’era infatti la scritta “La pagherai”, con tanto di sottolineatura come a voler evidenziare un messaggio tuttora senza un destinatario preciso. Non sono per ora note le eventuali motivazioni (ammesso ci siano) del raid vandalico, che a giudicare dall’avvertimento che imbrattava il muro sembra indirizzato a una sola persona.

Leggi anche