Skip to content

Battipaglia, non c’è il fisiatra: riabilitazione al palo

di Carmine Landi
Specialista in pensione da febbraio, il sostituto a maggio
Battipaglia, non c’è il fisiatra: riabilitazione al palo

Il vecchio fisiatra è andato in pensione, la lista d’attesa del neurologo è sterminata. Così esplode il caso dell’assistenza riabilitativa delle persone con disabilità a Battipaglia e dintorni. Nella palazzina con vista su Piazza San Francesco, quartier generale del Distretto sanitario 65, da un mese non c’è più un fisiatra in servizio. Emergenza che si protrarrà fino ai principi di maggio, quando a Battipaglia approderà la nuova specialista, oggi all’opera a Eboli.

I disagi

Fino ad allora gran parte dei piani terapeutici volti a garantire le cure ai pazienti con disabilità sono bloccati. Ne risentono le famiglie battipagliesi, bellizzesi e olevanesi, che fanno capo al Distretto alle porte della Piana del Sele. Criticità alle quali è immune la più sparuta platea dei pazienti che necessitano di cure riabilitative sul piano neurologico, perché la lista d’attesa per le visite volte alla prescrizione del piano terapeutico è sold-out fino alla fine dell’anno. Un posticino spunta soltanto all’esito dell’attività di verifica condotta dai dirigenti del Distretto, che di volta in volta vagliano il permanere della necessità d’una visita e, nel caso d’annunciate defezioni, contattano i pazienti in coda

Leggi anche