Skip to content

È senza biglietto del treno: pietre e caos alla stazione

di Maria Emilia Cobucci
Un 43enne napoletano perde la testa a Sapri: fermato dai carabinieri
È senza biglietto del treno: pietre e caos alla stazione

Semina il panico nella Stazione ferroviaria di Sapri: 43enne del napoletano fermato e identificato dai carabinieri della locale stazione, diretta dal luogotenente Pietro Marino. Lo spiacevole episodio, che ha richiesto il necessario intervento delle forze dell’ordine, è avvenuto la scorsa notte, intorno alle 4, nella stazione ferroviaria della città della Spigolatrice, importante scalo ferroviario della parte più meridionale della provincia di Salerno.

Protagonista della vicenda un 43enne originario della provincia di Napoli che si trovava a bordo di un convoglio partito da Reggio Calabria e diretto a Roma. Uno di quei treni dove sono sempre presenti gli uomini della polizia ferroviaria per garantire l’ordine e i controlli. All’improvviso, però, il viaggio dalla Calabria alla Capitale ha avuto uno spiacevole risvolto, proprio mentre il treno effettuava nella stazione di Sapri uno scalo tecnico per garantire il cambio del personale di bordo: il 43enne, infatti, non aveva il biglietto e, dunque, non poteva proseguire il viaggio che, inevitabilmente, terminava nella stazione di Sapri. che ha mandato su tutte le furie l’uomo che è andato in escandescenza. Ha perso le staffe: dapprima ha iniziato a lanciare pietre contro i treni presenti in stazione per poi aggredire il personale delle pulizie che stava operando nel cuore della notte.

Leggi anche