Skip to content

Salerno, la coop in liquidazione ora “inguaia” 80 famiglie

C’è l’ok alla dismissione della “Irno Salerno”: in fumo 15 milioni dei soci per le palazzine ai Picarielli
Salerno, la coop in liquidazione ora “inguaia” 80 famiglie

Il sogno di una vita, quello di regalarsi una casa nel cuore della zona orientale ma in un’area comunque meno caotica e ricca di verde, si è trasformato in un incubo per ottanta famiglie, soci e promissari acquirenti della “Cooperativa Irno Salerno”, cooperativa edilizia a mutualità prevalente impegnata nella realizzazione di vari edifici nella zona dei Picarielli, fra via De Crescenzo e via del Pezzo. Adesso rischiano di perdere tutti i loro risparmi. Mercoledì, infatti, la terza sezione civile del tribunale di Salerno (presidente Giorgio Jachia) ha avviato l’apertura della liquidazione giudiziale della cooperativa, nominando come curatore l’avvocato Alessandra Mazzola e accogliendo la richiesta l’urgenza del legale rappresentante di autoliquidazione della coop per insolvenza.

Il sogno spezzato

Una decisione che, dunque, spezza il sogno di ottanta famiglie a cui ci si è arrivati attraverso una serie di eventi che – nella loro ricostruzione consegnata al tribunale – hanno provato «lo stato di impossibilità a proseguire il programma edilizio in corso per gli effetti di una controversia con la società venditrice del suolo».

Leggi anche