Skip to content

Salerno, il “Corso da re”: ecco variante e nuovi interventi

di Eleonora Tedesco
Nuovo sistema fognario e modifiche anche all’illuminazione nel tratto coperto dall’asfalto: c'è l’ok al progetto
Salerno, il “Corso da re”: ecco variante e nuovi interventi

Una volta tolta la lingua d’asfalto messa a rattoppo del cantiere per consentire lo svolgimento in “tranquillità” di Luci d’Artista e a differenza di quanto contenuto nella progettazione originaria, i lavori di restyling di corso Vittorio Emanuele riprenderanno – così come annunciato dal Comune di Salerno – a partire dal prossimo 4 marzo con un intervento sui sottoservizi per cui è stata necessaria una variante ad hoc.

Nonostante questa problematica fossa stato segnalato dalla Sistemi Salerno servizi idrici già nella fase preliminare dell’affidamento delle opere, ora il Comune si è “convinto” definitivamente della necessità di mettere mano anche al sistema fognario, in particolare nel tratto del Corso fra via Santissimi Martiri Salernitani e via Diaz. «È stata riscontrata – si precisa nella determina che dettaglia la variante al progetto – la necessità di eseguire lavorazioni, non previste nel contratto principale, legate alla realizzazione di un sistema fognario separato per lo smaltimento delle acque bianche e nere». Nell’area, infatti, così come segnalato nella fase primordiale del progetto, esiste un sistema fognario che convoglia tutti i liquidi in un’unica condotta. Quindi, si legge ancora nella determina, «per realizzare il sistema duale richiesto e, quindi, mettere in opera due tubazioni piuttosto che un’unica conduttura, è stato necessario prevedere nuove lavorazioni come la demolizione della spalletta laterale del canale interrato esistente entro cui convogliano, attualmente, le acque nere e bianche dell’arteria stradale».

Tra l’altro, alcune indicazioni rispetto a come intervenire sono state fornite dalle società che hanno avuto in concessione la gestione degli impianti di pubblica illuminazione su cui anche si dovrà intervenire per far sì che quel tratto del Corso possa essere illuminato al meglio. Dal punto di vista economico, si precisa nella determina, «le categorie di lavorazioni in aggiunta hanno trovato un equilibrio economico con altre categorie in sostituzione previste nel progetto pertanto, l’importo contrattuale complessivo di cui al contratto non ha subito variazioni». Insomma, ci saranno delle lavorazioni in più ma per il Comune di Salerno non ci sarà alcun ulteriore esborso di denaro.

Leggi anche